L’utilizzo corretto delle protesi dentarie permette ai pazienti di sorridereparlare e masticare con affidabilità e sicurezza.
Lo scopo della terapia protesica è la riabilitazione dentale del paziente, sia dal punto di vista estetico, sia da quello funzionale: vengono ripristinati gli elementi dentari compromessi o andati perduti, nel rispetto delle strutture anatomiche esistenti.
Una protesi corretta migliora non solo la masticazione, ma spesso anche la fonazione e l’estetica del viso. Le protesi sono realizzate dal laboratorio odontotecnico, su prescrizione dell’odontoiatra.
E’ possibile distinguere protesi fisse (oggi sempre più utilizzate) e protesi rimovibili.

La protesi fissa viene cementata agli elementi dentari, precedentemente preparati, oppure avvitata o cementata agli impianti.
Le corone sono protesi fisse che ripristinano la corretta anatomia, la funzione e l’estetica del dente compromesso. Possono essere singole o multiple (in questo caso si definiscono ponti).
In base alle necessità del paziente, alla posizione del dente da ripristinare (anteriore o posteriore) e alle forze masticatorie esercitate dal paziente, le corone possono avere una sottostruttura (telaio) in metallo (corone metallo-ceramica) oppure possono essere costituite esclusivamente da ceramica (ceramica integrale).

Sono protesi fisse anche le faccette (per i denti anteriori) e gli intarsi (per gli elementi latero-posteriori), che rappresentano quanto di più conservativo si possa ottenere, essendo cementati sui denti leggermente ritoccati. Le faccette sono “lamine” di ceramica integrale che permettono di raggiungere il massimo risultato estetico: armonia del sorrisosimmetria di forma e colore dei denti anteriori (da canino a canino). Per una loro corretta cementazione, deve essere preparato dall’odontoiatra solo lo smalto del dente (uno spessore di 0.5 – 0.8 mm circa).
E’ bene ricordare che qualunque terapia protesica degli elementi dentali anteriori è sempre anticipata da uno studio del caso, con simulazioni che indicano al paziente il risultato estetico che si cercherà di ottenere.
Gli intarsi sono ricostruzioni di ceramica integrale o di resina composita, costruite in laboratorio in modo artigianale o con tecniche computerizzate (Cad-Cam), atte a ripristinare le parti di dente andate perdute per cause diverse.

La protesi rimovibile (ancora attuale per i suoi costi contenuti) è costituita da strutture in resina con rinforzo metallico, che poggiano sui denti residui o mucose orali. Le protesi rimovibili possono essere parziali o totali, se riabilitano l’intera arcata. Anche la protesi rimovibile può avere ancoraggio dentale o ad un impianto. Sono facilmente rimovibili da parte del paziente e rendono agevoli le manovre d’igiene.

Grazie allo sviluppo delle moderne tecnologie, come ad esempio la progettazione Cad-Cam, e di tecniche chirurgiche sempre più avanzate, è possibile ottenere la consegna della protesi in giornata. Quando le condizioni cliniche ed anatomiche lo consentono, sia nel caso della mancanza di un solo dente (impianto singolo) sia nella riabilitazione dell’interna arcata, è possibile (dopo una corretta progettazione) posizionare gli impianti endossei e, nel giro di 12-24 ore, consegnare la protesi fissa, grazie alla quale il paziente potrà mangiare, parlare e sorridere.

Ritorna su